Mostre passate

2014

Jacques Lipchitz

La Pinacoteca Casa Rusca ha presentato un’importante personale dedicata allo scultore Jacques Lipchitz (Druskininkai, 1891 – Capri, 1973), esponente di massimo rilievo nel panorama artistico delle avanguardie del XX secolo e figura fondamentale per lo sviluppo del linguaggio cubista nella scultura. Nella figurazione di Jacques Lipchitz si intrecciano temi biblici (nell’interpretazione sia cristiana sia giudaica) e mitologici greco-romani, ciò che non impedisce all’artista di permeare la sua opera di significati politici e sociali. Lipchitz è riuscito a sviluppare un linguaggio del tutto personale nell’interazione delle forme, uno stile che lo rende facilmente riconoscibile. Ciò nonostante, la figurazione non è di accesso immediato. Lo spettatore “scopre” poco a poco la scultura camminandole attorno: si rende conto che non è brutale come al primo sguardo poteva sembrare ma si apre alla vista con le sue forme corporee in movimento. La presenza di Jacques Lipchitz a Locarno, anche se fugace, è attestata da un disegno che è tuttora conservato nella collezione della Fondazione Remo Rossi e dalla memoria di coloro che ebbero il piacere di fare la sua conoscenza diretta o virtuale; lo scultore locarnese era infatti pronto ad accogliere il suo collega in uno degli atelier in via dei Marmi (oggi via Angelo Nessi), accanto al proprio laboratorio e a fianco di Jean Arp e Italo Valenti.

Mostre precedenti

1987 Serodine, la pittura oltre Caravaggio
1988 Graham Sutherland
1989 Giorgio Morandi
1991 Max Bill
Alberto Burri
1992 Osvaldo Licini
1993 Enrico Baj
1994 Emil Schumacher
1996 Asger Jorns
1999 Maraino Marini
Sophie Taeuber-Arp
2001 Antoni Clavé
2004 Piero Dorazio
2010 Valerio Adami
2011 Fernando Botero
2013 Varlin
Zao Wou-Ki
2014 Hans Erni
Jacques Lipchitz
2015 Hans Arp
Felice Filippini
2016 Javier Marín
Rotella e il Cinema